Val Brembana Web
Ornica (clicca qui) Comune di Ornica
comune in alta Valbrembana Provincia di Bergamo

Ornica (C.A.P. 24010) dista 51 chilometri da Bergamo, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene. Ornica conta 210 abitanti (Ornichesi) e ha una superficie di 14,3 chilometri quadrati per una densità abitativa di 14,69 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 922 metri sopra il livello del mare. 
Il municipio è sito in Via Roma 1, tel. 0345-89021 fax. 0345-89021 - Cenni anagrafici: Il comune di Ornica ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 261 abitanti. 

Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 210 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -19,54%. Gli abitanti sono distribuiti in 84 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,50 componenti. 

Cenni geografici: Il territorio del comune risulta compreso tra i 638 e i 2.500 metri sul livello del mare. L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 1.862 metri. 



Alberghi, Hotel, Ristoranti Pizzerie, appartamenti Ornica
Il nome ORNICA sembra derivare dal latino "fraxinus ornus", che un tempo doveva ricoprire in abbondanza le selve che circondano i sette villaggi che componevano la Val Averara. Come Santa Brigida, Ornica dipendeva anticamente dalla plebania di Primaluna in Valsassina. Molto diffuso era un tempo il mestiere di ridurre in chiodi il ferro. A Ornica vi era infatti una grossa fucina che lavorava anche i ferri da taglio. Note erano anche diverse miniere di ferro, che alimentavano un forno di fusione.


Fotografie di Ornica
Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 4 attività industriali con 14 addetti pari al 36,84% della forza lavoro occupata, 3 attività di servizio con 6 addetti pari al 7,89% della forza lavoro occupata, altre 3 attività di servizio con 10 addetti pari al 15,79% della forza lavoro occupata e 5 attività amministrative con 5 addetti pari al 7,89% della forza lavoro occupata. 


Ricerca: Ornica
Delle pitture di Angelo d'Averara, che decoravano la primitiva chiesa medioevale, restano quelle dipinte nella crociera dell'antica abside, divenuta sagrestia nel successivo rifacimento settecentesco. La testimonianza di quanto fosse trafficata la via del Salmurano sta anche nel santuario della Madonna del Frassino, invoca a protezione dei viandanti: si racconta infatti che la Vergine salvo' miracolosamente dalle mani dei briganti un viandante solitario.


Ornica e il suo ambiente
La val d’ ”Inferno” e del “Ciusur”. Come già detto, un tempo la Val d’Inferno non aveva questo nome ma si chiamava Val Fornasicchio. Osservando ed analizzando una mappa del 1.800, scopriamo che il territorio di Ornica è una fucina unica  e possiede numerose chiodarole con maglio (si contano almeno 1 maglio da ferro, 7 fucine da ferro, 8 mulini da grano, 1 pila da orzo), alimentate dalle Valli d’Inferno e Ciusur, che significa “chiuso” a differenza della parte superiore  chiamata “ciara”.  

Nei secoli passati, tra la bocchetta del Monte Trona e il lago Nero esistevano diverse miniere di ferro; parte del minerale estratto veniva trasportato a Ornica, a dorso di mulo, per alimentare il forno di fusione. La presenza considerevole di forni e fucine con l’ utilizzo del  carbone prodotto sul posto per la lavorazione del ferro, poteva aver alimentato nella fantasia popolare l’accostamento all’Inferno, luogo del fuoco per eccellenza.



Cartoline antiche di Ornica
ll minerale, estratto a fatica dai minatori, veniva trasportato a Ornica a dorso di mulo e sottoposto a procedimento di fusione nei forni, per essere trasformato in verghe di metallo puro, pronte per la lavorazione nelle numerose fucine chiodarole del paese. Fu la presenza di tali impianti ad alimentare nella fantasia popolare l’accostamento dell’immagine del fuoco a quella dell’inferno, luogo del fuoco per eccellenza. A tale concezione è legata anche una leggenda, per la verità alquanto ingenua, che ancora oggi è raccontata a Ornica.


Cenni Storici di Ornica
Bisogna andarci apposta e ci vuole un po' di tempo per arrivare ad Ornica; eppure quando si e' qui si scopre una comunita' che non si e' chiusa nell'isolamento, anche perche' favorita dalla possibilita' di accedere, attraverso il Passo di Salmurano, al versante valtellinese e al territorio dei Grigioni, che storicamente si sono sempre rilevati attenti alle istanze riformiste. 

Di questo valico, come di quello limitrofo di San Marco, approfittarono quasi certamente anche i pittori Baschenis della Valle Averara nelle continue peregrinazioni che li portarono ad esportare in Valtellina e nelle Valli Giudicarie la loro arte arricchita ogni volta dei fermenti e delle istanze desunte dall'integrazione delle diverse culture alpine con cui venivano a contatto. 



Comune di Ornica - Manifestazioni Estate
Una delle zone più frequentate dagli amanti della montagna è la Val d’Inferno, quella lunga e ripida distesa di boschi e pascoli che da Ornica sale fin verso il Pizzo dei Tre Signori (foto). Un tempo la valle non aveva questo nome, ma si chiamava Val Fornasicchio, probabilmente per la presenza, nella sua parte più bassa, di forni (fornaci) e fucine per la lavorazione del minerale ferroso che si estraeva dalle miniere della zona. 


Gli Alpini di Ornica
 Dal 1975 al 1977 ricoprì l’incarico di Capogruppo il socio Quarteroni Angelo, al quale si succedettero Quarteroni Candido dal 1978 al 1979, Milesi Agostino dal 1980 al 1986, Quarteroni Luciano dal 1986 al 2001 e Quarteroni Giancarlo che guida attualmente il Gruppo. - Nel 1982 il Gruppo organizzò in paese per la prima volta il raduno alpino a ricordo della battaglia di Nikolajewka. Il 16 settembre 1990 venne inaugurata la Sede del Gruppo, ricavata in un caratteristico locale nel centro. Nel 1992 si festeggiò il gemellaggio con il Gruppo Alpini di Casirate D’Adda.


 
 

Borghi Antichi - Orobie Meteo - Brembana Valley - Bed and Breakfast Bergamo - Brembana - Cucina Bergamasca
Valle Brembana - Sentiero delle Orobie - Val Brembana - Group Valbrembanaweb - Forum Valle Brembana
 

Visita la nostra Valle
Provincia di Bergamo - Foppolo in Alta Val Brembana - Sciare - Alberghi Bergamo - Agriturismo Bergamo
Bed and Breakfast Valle Brembana - Case Vacanza Appartamenti Bergamo



Algua | Alme' | Averara | Blello | Bracca | Branzi | Brembilla | Olmo al Brembo | Ornica | Santa Brigida | San Giovanni Bianco | San Pellegrino Terme | Sedrina | Piazza Brembana | Piazzatorre | Piazzolo | Ubiale Clanezzo | Valleve | Valnegra | Valtorta | Vedeseta | Villa d'Almè | Zogno

Vendita appartamenti, case Val Brembana - Affitto appartamenti in valle brembana

Affitto Case appartamenti Valle Brembana - Residence monolocali bilocali mansarde alta val brembana