MENU

Pizzo Zerna - 2572 m s.l.m.

Trekking Orobie

Localita' di partenza: Carona
Dislivello: 1.470 m
Tempo di salita: 4.00 ore
Difficolta': escursionisti esperti
Acqua sul percorso: Si
Segnavia: 209

Il Pizzo Zerna si trova in cima alla Val Sambuzza, tra la Valcervia di Valtellina e la Val Brembana. Lungo la salita si possono riconoscere vari apprestamenti militari predisposti per la grande guerra. Il Bivacco Pedrinelli è stato recuperato e salvato da una sicura scomparsa. La croce di ferro in vetta al pizzo è stata posta dal Gruppo Escursionistico Alpini di Verdello il 10 settembre 1994. La vetta offre una panoramica sui rilievi della Valtellina dal Gruppo del Bernina al Monte Disgrazia oltre che su Monte Masoni, Corno Stella, Monte Chierico, Passo di Publino e Val Sambuzza.

Pizzo Zerna

SALITA: da Carona si attraversa l'abitato di Pagliari e si prosegue lungo la carrabile. Si passa una cascata della Valsambuzza e poco più avanti, passato un doppio tornante, si lascia la carrabile e, in prossimità della fontanella, si prende il sentiero a sinistra in direzione Val Sambuzza / Passo di Publino. Si prosegue lungo il sentiero attraverso un bosco e si passano diverse baite fino a superare definitivamente l'ultimo tratto di bosco in prossimità del Baitone. Il sentiero prosegue su per la Val Sambuzza fino a raggiungere un primo pianoro. Attraversato il prato si prosegue sul sentiero che continua in salita fino al Lago di Valle Sambuzza. Si attraversa il torrente emissario del lago sul ponticello di legno e si prosegue per il sentiero che costeggia il lago a ovest e che, poco più avanti, raggiunge il Bivacco Pedrinelli, in prossimità del Passo di Publino. Qui si prende a nord fino a raggiungere la cresta a destra dove un sentiero, in direzione est, restando poco sotto il filo di cresta che in mezzoretta porta senza difficoltà in vetta al Pizzo Zerna alto ben 2572 m s.l.m.

Reportages al Pizzo Zerna dal Forum della Valle Brembana

- Il Solstizio d'estate all'alba del Pizzo Zerna (2.572 m s.l.m.)
Le previsioni sono buone per il primo giorno d'estate, e allora perche' non approffittarne. Programmo l'ascesa per la Val Sambuzza, laghi di Caldirolo, in questo periodo ci sono le fioriture delle Genziane gialle (Gentiana lutea L.) delle Pulsatille alpine e i Gigli di monte.. la zona con i sui bei laghetti si presta molto per scatti fotografici.. poi se le condizioni lo permettono tento l'ascesa al Pizzo Zerna, mai salito, forse oggi e' la volta buona. La salita e' lunga e la mattina presto con il freschino si viaggia bene.. partenza ore 4.45 da Carona, prendo i primi raggi di sole al Passo di Publino.. e sono in vetta alle 8.01.. spettacolare il panorama dai 2572 metri dello Zerna!!! ma anche la discesa con il sole meritano soste per immortalare questi bellissimi posti... arrivo a Carona ore 11.50.

- Carona - Pizzo Zerna - Laghi di Caldirolo
Oggi sono da solo e, a distanza di tre mesi dall'operazione al ginocchio, decido che è ora di provare a testarlo con una bella escursione Così decido di salire al Pizzo Zerna dalla Valsambuzza, facendo poi un giretto ai Laghi di Caldirolo. Parto da casa alle 5.00 per assicurarmi il fresco e alle 8.30 sono in vetta... Il cielo è limpido, la temperatura gradevolissima e, nel silenzio totale, mi godo questa meraviglia! Dopo una pausa di mezz'oretta mi incammino verso i laghi...qui inizia il relax totale! Le uniche presenze qui sono un pastore con il suo gregge, le marmotte ed un ermellino Rimango in questo angolo di paradiso per più di tre ore a godermi il silenzio e la tranquillità dei monti...quando poi arriva l'ora di tornare a casa rimango ancora qualche istante ad ammirare questo spettacolo e poi, con grande dispiacere, mi avvio verso "la civiltà" con i suoi rumori e le sue mille diavolerie!

- Carona - Pizzo Zerna - Monte Masoni
La cresta di collegamento tra Zerna e Masoni non presenta passaggi particolarmente difficili in termini di gradi (max secondo direi), ma vista l'esposizione e la roccia marcia è da percorrere con la massima prudenza ed attenzione! Qualcuno su un salto ha lasciato un cordino (un po' datato e non so quanto affidabile) per un'eventuale discesa in corda doppia.

- Carona - Valle Sambuzza - Pizzo Zerna (m 2512)
Sabato 11 settembre 2010 partenza da Carona alla volta della Val Sambuzza. Raggiunto il bivacco Pedrinelli ed il Passo di Publino decido di salire al Pizzo Zerna. Rientro passando dal sentiero 209a che porta ai bellissimi laghetti di Caldirolo.

- Carona - Pizzo Zerna (Val Sambuzza)
Approfittando di una bellissima giornata sono andato a fare il Pizzo Zerna che ancora mi mancava, bella cimetta veramente. Salita effettuata in velocita' come allenamento di mantenimento in vista delle scialpinistiche dei prossimi giorni sul Rosa.. Partenza da Carona (1150m): ore 8.15 - Passo di Publino (2368m): ore 9.35 - Pizzo Zerna (2572m): ore 10.00 circa. Trascorso piu' di un'ora in cima a fare foto e godermi il panorama mozzafiato su gran parte delle Alpi, discesa fatta con calma passando per i bellissimi Laghetti di Caldirolo sotto il Monte Chierico.

- Escursione invernale Monte Masoni - Val Sambuzza
Dopo una pausa per rinfocillarci indossiamo i ramponi, tiriamo fuori la pica e ci dirigiamo alla sommità del canalino, ma la presenza di un tetto di neve ci induce a fare retro marcia e a raggiungere il canalino da un traverso poco sotto la vetta. Il canalino è ben innevato e la discesa è abbastanza facile e divertente. In breve raggiungiamo la Val Sambuzza e da li torniamo alla nostra auto contenti per aver percorso ancora una volta i magnifici sentieri della nostra Valle.

- Carona - Val Sambuzza - Pizzo Zerna - Laghi di Caldirolo
Parto alle 6.00 da Almè e, grazie all'acclimatamento fatto al Breithorn, alle 9.15 sono in vetta al Pizzo Zerna. Non c'è in giro ancora nessuno e sono avvolto dalla magia delle montagne. Così mi siedo dietro la croce al riparo dal vento da nord e resto in silenzio ad ammirare questo magifico spettacolo. Poi sento un rumore dietro di me e quando mi giro scopro che è l'aquila che è passata planando a pochi metri da me... Fenomenale! Purtroppo non sono riuscita a fotografarla. Poi l'aquila plana lontano e si congiunge con un altro esemplare e, insieme, "giocano" sopra le cime orobiche...resto ad ammirarle per molti minuti... Poi il freddo si fa intenso e decido di scendere al Bivacco dove dopo poco inizia ad arrivare le prime persone. L'idea era di salire al Masoni dal canalino, ma la grande cornice presente mi ha fatto cambiere idea e quindi decido di andare ai Laghi di Caldirolo ancora semi gelati e mi godo un po' di relax prima di tornare alla macchina e quindi a casa.