MENU

Cima Menna - 2.300 m s.l.m.

Trekking Orobie

Localita' di partenza: Roncobello
Dislivello: 1.278 m
Tempo di salita: 4 ore
Difficolta': escursionisti
Acqua sul percorso: sorgente a quota 1.706 m
Segnavia: 325

La poderosa muraglia calcarea della Cima Menna domina tutto il tratto della Val Brembana da Piazza Brembana fino a Roncobello, presentandosi come una montagna possente e di inimitabile bellezza. La sua costiera rocciosa si estende dal Passo del Menna fino al Passo Vindiolo e rappresenta un mondo complesso di pareti rocciose, di profondi canali e di costoloni che costituiscono la caratteristica principali di questo angolo delle Prealpi Bergamasche.

Cartina Monte Menna

SALITA: da Roncobello si prosegue in macchina fino dopo al cimitero, si attraversa il torrente e si raggiunge la Frazione Costa Inferiore, con piccola chiesetta (1.022 m).; Si scende al di sotto della chiesetta, si attraversa un prato e si imbocca una larga mulattierache conduce subito nel bosco. La mulattiera ha un andamento regolare con direzione sud, passa sotto il caratteristico roccione dalla Corna Buca (1.292 m) e sempre nel bosco esce al piccolo pianoro abbandonato della Baita dello Zoppo (1.383 m). Poco sopra si e' fuori dal bosco e qui il sentiero diviene una traccia da seguire attentamente tra le erbe; si prosegue e infine si e' nel Vallone che il sentiero risale regolarmente con molti zigzag, si passa accanto ad una sorgente (1.706 m) e si e' subito nella parte terminale del canale. Con un po' di fatica si tocca il Passo del Menna (2.002 m). Dal Passo si segue la cresta occidentale del Monte Menna fino alla quota 2.156 metri; da qui ci si abbassa un poco sul versante sud contornando la quota di 2.230 metri ed attraversando con attenzione alcuni canali franosi,finche' si e' alla base della piramide terminale della cima che viene raggiunta per pendii ghiaiosi (2.300 m).

cresta nord/ovest del Menna

CIMA MENNA 2.300 m - Salita da Zorzone di Oltre il Colle

Tempo di salita: 4.00 ore alla vetta
Acqua sul percorso: NO
Difficoltà: Passaggi in cresta nella salita alla vetta

SALITA: da Zorzone si prende la strada che parte di fronte al monumento dei caduti e che in maniera ripida ci conduce fino ad un piccolo piazzale dove, alle nostre spalle,ha inizio una strada sterrata che si inoltra nel bosco contrassegnata dalle indicazioni. Il consiglio è di lasciare qui la macchina anche se si potrebbe proseguire ancora per qualche centinaio di metri, ma il problema di trovare posteggio e la strada ripida e sterrata potrebbero essere un ostacolo non indifferente. Partendo dal piccolo piazzale di Zorzone si prosegue per la mulattiera fino a giungere ad un tornante dove comincia il sentiero vero e proprio, sempre segnalato dal classico cartello del CAI.

Procedendo dunque dal sentiero questi si addentra nel bosco, l'ascesa prosegue in costante salita fino a raggiungere la baita prima menzionata. Da questo punto il bosco ci abbandona e il paesaggio diventa decisamente da alta montagna, solo fischio di qualche falchetto e di qualche marmotta rompe il silenzio tra le imponenti creste frastagliate. Sempre in perenne salita il tragitto ci conduce con continui zig zag al rifugio MAGA; chiuso per la maggior parte dell'anno, è tuttavia possibile trovare ricovero nel rifugio invernale. Per raggiungere invece la vetta posta a 2.300 metri bisogna proseguire in direzione dx al rifugio lungo la cresta frastagliata che ci conduce fino alla croce in ferro.

DISCESA: anche in questo caso c’è una doppia possibilità per la discesa, o ripetere al contrario la strada fatta all'andata oppure scegliere la discesa dall'imponente prato che sovrasta la val Parina, per quest’ultima opzione occorre salire alla croce di Zorzone e da qui proseguire dritto fino a giungere sulla cresta, a questo punto la discesa può cominciare, per il prato il sentiero è scarsamente segnato. Dopo una ripida discesa si giunge in prossimità di una baita, qui troviamo degli splendidi faggi secolari ed un piccolo stagno; a questo punto il sentiero ricompare ai nostri occhi e ci conduce fino ad una mulattiera che dopo un paio di tornati prosegue semipianeggiante fino alla partenza del sentiero, e da qui giù fino a Zorzone.


- Reportages al Monte Menna dal Forum della Valle Brembana.

- Il Tramonto dal Monte Menna
Dopo l'Alba della Conca di Oltre il Colle di quest'inverno. Salita da Zorzone lungo il canalone al rifugio MAGA. Una volta in vetta un mare di nebbia sottostante permette la ripresa di un bel tramonto.. da segnalare una spettacolare fioritura delle stelle alpine a tutte le quote.. dai 1600 ai 2300 m..

- Traversata Roncobello - Monte Menna - Ortighera - Lenna
Ora ci attendono gli ultimi 300 metri di dislivello, la cresta ovest del Menna ci accoglie placida, tra neve ed erba che lottano per il predominio; saliamo agevolmente a buon passo, nell'ultimo tratto zig-zaghiamo tra facili roccette e siamo in vetta! Vista memorabile e tanti escursionisti simpatici, facciamo subito comunella....

- Monte Menna... sulle tracce dell'Orso Orobico
Da Zorzone.. percorrendo l'itinerario che tempo fa.. (ma anche JJ5 nei tempi nostri), passavano gli orsi.. attraverso la Val Vedra.. Passo dell'Orso.. pascoli di Menna e all'Ortighera... giornata uggiuosa/ nebbiosa autunnale... ma anche invernale oltre i 1900 m..

- Scialpinismo: Roncobello - Baita dello Zoppo - Monte Menna
Seguo quella che sembra una traccia di sentiero dietro alla baita, poi a occhio salgo mantenendomi vicino al crinale. Sarebbe certo un terreno più adatto alle ciaspole che agli sci! Finalmente raggiungo il limite del bosco. Dal passo si segue il lungo filo di cresta che sale al Menna...

- Zorzone - Chignolo d'Arale - Cima Menna
Altri tre scialpinisti risalgono dal vallone e poi scendono dal versante opposto. Al MAGA ci stendiamo al caldo Sole per la pausa pranzo e poi giù di nuovo sulle creste con una deviazione ad un bosco con faggi secolari...SPETTACOLO!!!

- Scialpinistica Zorzone (Oltre il Colle) - Cima di Menna
Siamo scesi direttamente dalla cima sul versante sud (abbastanza ripido, ma mai sopra i 40 gradi) che si era gia' abbastanza (ma non troppo) assestato nei giorni precedenti...ma attenzione ai prossimi primi caldi e agli orari centrali...potrebbe fare in tempo ancora a staccarsi tutto!

- I Re Magi alla ricerca delle Tenebre Orobiche del Menna
La spedizione orobica e' stata organizzata per festeggiare i centodieci e lode di laurea di andrea.brembilla in Lettere - Culture e Linguaggi per la Comunicazione da amante delle montagne orobiche ha voluto stappare lo spumante a 2100 m al tramonto rosso del Monte Menna...