MENU

Monte Chierico - 2535 m s.l.m.

Trekking Orobie

Localita' di partenza: Carona
Dislivello: 1.400 m
Tempo di salita: 3.45 ore
Difficolta': escursionisti
Acqua sul percorso: Si

Il Monte Chierico è una montagna delle Alpi e Prealpi Bergamasche alta 2.535 m. È situato nelle Alpi Orobie, nel territorio amministrativo del comune di Carona, in alta Val Brembana, in provincia di Bergamo. La sommità ha una forma allungata che divide la Val Carisole dalla Val Sambuzza, e a nord si collega alla cresta che unisce il Corno Stella al Passo di Publino e poi al Pizzo Zerna. La pancia est del monte ospita i Laghi di Caldirolo. Vetta particolare per via della sua forma allungata, offre una panoramica sulla Val Carisole, silla Val Sambuzza, sul Pizzo Zerna, sul Monte Masoni, sul Pizzo del Becco e su Carona.

Monte Chierico

SALITA: Partenza da Carona, salendo la strada agrosilvopastorale sotto la seggiovia, all'arrivo della seggiovia di arroccamento per gli impianti sciistici di Val Carisole seguiamo le piste da sci che portano al Rifugio Mirtillo. Proseguiamo sempre su pista sino ad incrociare quella che scende verso la pista panoramica, ci portiamo in cresta, la seguiamo fino alla vetta segnalata da un omino di pietra.

Reportages al Monte Chierico dal Forum della Valle Brembana

Valcarisole - Monte Chierico - Laghi di Corno Stella
l Monte Chierico con i suoi 2.535 m domima tutta la Valcarisole. Partenza da Foppolo, Passo della Croce, Conca Nevosa e per la ripida cresta erbosa fino in vetta. Dal Chierico si vede tutta la Valsambuzza, i Laghetti di Caldirolo, Passo di publino, lo Zerna e i Masoni. Oggi gia' dal primo mattino c'erano nebbie sulle creste di confine.. che salivano dalla Valtellina e si dissolvevano sui versanti a sud delle Alpi Orobie. La discesa dal versante dei laghetti del Corno Stella, zona da pochi battuta ma non per questo meno bella. I locali non lo dicono... ma salmerini e fario qui in queste pozze abbondano!!

Carona, Monte Chierico 2.535 m (invernale)
Da carona seguiamo la strada che porta in val carisole sorvolata dalla seggiovia (che mai prenderemo) e in un oretta siamo alla stazione d'arrivo, la neve è molto soffice e fortunatamente non tutta da pestare, qualcuno per un tratto ci ha preceduto. Seguiamo quindi le piste e poco sopra al Mirtillo effettuiamo una rapida salita che ci porta in cresta, da li non senza fatica arriviamo in vetta. Due foto e veloce discesa, i soci ci aspettano, siamo in ritardo e la fame si fa sentire. Arrivati al Rifugio Mirtillo ci sfoghiamo in una bella mangiata e bevuta e quindi dopo esserci salutati ritorniamo veloci o quasi fino a Carona.

Carona - Valcarisole - Monte Chierico (2.535 m)
Percorriamo la strada con poca neve che da Carona porta all'arrivo della seggiovia di arroccamento per gli impianti sciistici di Val Carisole. Qui seguiamo le piste chiuse e che ci portano al Mirtillo. Proseguiamo sempre su pista sino ad incrociare quella che scende verso la pista panoramica, qui calziamo le ciaspole e ci portiamo in cresta, la seguiamo prima con le ciaspole poi arrivati sotto la parte finale le spogliamo visto che sono più le parti senza neve che quelle innevate ed in breve arriviamo in vetta.

Carona - Valcarisole - Monte Chierico - Invernale
Allontanato subito questo brutto pensiero ci incamminiamo lungo le piste e, appena possibile saliamo sulle creste che ci portano ai piedi della parete finale dove la pendenza si fa sentire (circa 35°) ed una piccozza può essere utile specialmente in discesa…ma anche in salita! Dopo poco più di 2,30 ore di cammino veramente faticoso, anche per l’escursione di ieri al Pizzo, raggiungiamo i 2535 m della vetta dove il panorama lascia senza fiato in quanto spazia a 360° sulle “nostre” montagne e sulle più lontane Alpi. La stanchezza si fa sentire, ma vedendo questo panorama e l’ambiente spettacolare in cui ci troviamo tutto passa e la felicità la fa da padrone. Dopo le foto di rito e uno spuntino scendiamo da una “variantina” che ci porta a raggiungere le piste che percorriamo fino alla stazione di arrivo della seggiovia dove, percorrendo la strada agrosilvopastorale, torniamo alla macchina. Nonostante siamo stati tutta mattina nelle immediate vicinanze delle affollate piste, non abbiamo incontrato nessuno e l’ambiente è veramente bello ed incontaminato!

Carona - Valsambuzza - Cima del Chierico
Il sentiero mi porta pian piano dritto alla cresta che separa la Val Carisole dalla Val Sambuzza. Uno sguardo agli impianti di risalita di Foppolo (fermi)... uno sguardo a tutta la cresta che mi aspetta .. e VIA ... si parte. Ci vorranno poco piu' di 60 minuti di fatica per arrivare alla cima; poi ... gioia per gli occhi e gioia per il cuore. Un'altro stupendo ricordo che rimarra' per sempre impresso nella mia mente. Questa e' La Montagna: un po' di sofferenza che viene presto ripagata da tutto quello che gli occhi riescono, in quei brevi istanti, a cogliere e gustare.