I piccoli comuni dell'Alta Val Brembana sono in difficoltà con i tagli ai servizi e lo spopolamento. Abbiamo deciso di intervistare il Sindaco di Ornica, piccolo paese a 1000 metri s.l.m. con 250 abitanti per conoscere realmente le problematiche in atto e la loro possibile soluzione.
Quarteroni Ambrogio Gino, nato a Ornica il 28 ottobre 1951, sposato, due figlie, Professione consulente finanziario. Sindaco di Ornica e Vicepresidente Assemblea della Comunità Montana di Valle Brembana.

Valbrembanaweb: Come e' andata la stagione turistica 2003 ?
Come Sindaco di uno dei paesi più piccoli dell’Alta Valle Brembana, mi sento di esprimere soddisfazione. Anche per i nostri piccoli centri è stata un’ottima stagione con una grande frequentazione di turisti, aiutata dalle condizioni meteorologiche eccezionalmente favorevoli. L’auspicio è che non sia un fuoco di paglia ma un segno di inversione di tendenza: ne avremmo veramente bisogno!

Valbrembanaweb: Quindi, le prospettive a medio e lungo termine sono positive...
E’ molto difficile trarre delle conclusioni affrettate su questo argomento. La speranza è, naturalmente, che il futuro sia positivo per i paesi della nostra Alta Valle Brembana, questo però dipende da noi solamente in parte, perché, al di là del settore turistico che pure è importantissimo per la nostra economia, le comunità avranno un domani a condizione che si riescano a creare i presupposti che permettano alla gente di essere certi che vale ancora la pena di restare qui, che vale ancora la pena di programmare qui la propria vita e quella dei figli.
.

.
Valbrembanaweb: Cosa è necessario per far si che la gente venga ad abitare a Ornica ?
Naturalmente la possibilità di un lavoro accessibile, ma anche la certezza dei servizi basilari quali le scuole, gli uffici postali, i trasporti, l’assistenza sanitaria, i negozi, ecc. Questo, in larga parte dipende dalla concreta volontà del mondo politico che deve far seguire alle promesse anche i comportamenti e le decisioni coerenti.

Valbrembanaweb: Qual'è il maggiore problema dei piccoli comuni dell'Alta Valle secondo lei ?
Senz’altro lo spopolamento che dipende in larga misura dai problemi e dalle incertezze cui ho accennato.

Valbrembanaweb: Come si puo' invertire questa tendenza o al limite contenere ?
Una delle cose che dipendono da noi è quella di cercare di superare, almeno un po’, il radicato individualismo che ci contraddistingue. Questo, se da una parte ci porta qualche volta ad emergere come singoli individui, dall’altra, sacrifica notevolmente l’andamento collettivo. Vale per le singole persone ma, secondo me, si può estendere anche a noi pubblici amministratori, che, per questo motivo qualche volta non sfruttiamo i vantaggi delle sinergie.

Valbrembanaweb: E nel suo Comune di Ornica ?
Pur con tutte le difficoltà, accentuate anche dal fatto che ci troviamo in una posizione molto decentrata, da un punto di vista geografico, noi non vogliamo arrenderci e ci impegniamo perché il paese continui a vivere ed a mantenere le sue caratteristiche e la sua tipicità. Quello che mi dà più fiducia, in questo momento, è la collaborazione che esiste tra l’Amministrazione Comunale, la Parrocchia ed il mondo del volontariato. Abbiamo delle persone coinvolte nei vari Gruppi (Alpini, Pescatori, Biblioteca, AIDO, ecc.) che sono attivamente impegnati e molto disponibili per ogni iniziativa. Con loro ritengo sia un dovere essere ottimisti, pur non tacendo le difficoltà, sperando che la congiuntura economica ci dia una mano e, soprattutto che lo Stato, nelle sue molteplici espressioni, sia concretamente presente con misure continuative a sostegno della permanenza in montagna.

Valbrembanaweb: Quali sono le ultime iniziative a Ornica ?
Parecchie cose sono state fatte, anche se non ancora tutto quanto sarebbe necessario. Negli ultimi tempi, l’Amministrazione Comunale ha messo un po’ in ordine il Centro Storico Medievale, recuperando parte degli edifici e curando la pavimentazione. Sono stati creati nuovi posti-auto, mentre negli Alpeggi sono ultimate o in via di ultimazione le ristrutturazioni di alcune baite. Si sta poi lavorando per il completamento della strada forestale di collegamento con i Comuni di Cusio e Valtorta. Inoltre, con la collaborazione dei vari gruppi, sia gli Alpini che i Pescatori hanno la loro Sede. Il giorno 28 settembre 2003 si è svolta la seconda edizione della giornata denominata ORNICA IN FESTA che ha lo scopo di rafforzare l’unione e la collaborazione fra le varie componenti del paese. Resta sinora irrisolto il grave problema dato dalla Strada Provinciale n. 7 che collega Ornica con il Fondovalle. Alcuni interventi sono stati fatti ma non quanto sarebbe necessario per scongiurare il pericolo per le persone e il rischio di rimanere completamente isolati.
Dalla provincia di Bergamo attendiamo buone notizie.


Ringraziamo da parte nostra il Sindaco di Ornica Ambrogio Quarteroni per l'intervista concessaci.
Lo Staff di valbrembanaweb
 


Valter Milesi
Simone Moro
Felice Riceputi
Gherardi Silvano
Angelo Faccoli
Giand. Epis

Visita la nostra Valle Brembana