-
Valter Milesi assessore alla vibilità della provincia di bergamo

Dal 2001 la rete stradale territoriale, con il passaggio delle strade statali dall'ANAS alla Provincia di Bergamo è ormai quasi interamente a carico dell'Ente di Via Tasso. In particolare per la Valle Brembana e le sue diramazioni (Valli Taleggio, Val Brembilla e Val Serina) la Provincia è l'unico gestore delle strade di maggior transito, anche se l'ANAS si è tenuta la competenza sulle nuove tratte in Variante della ex strada statale n°470. L'argomento Viabilità in Valle Brembana è sempre di scottante attualità. 

ValBrembanaWeb ha deciso di sentire su questo argomento uno dei principali attori della questione "viabilità in Valle Brembana", l'Assessore Provinciale alla Viabilità e Lavori Pubblici Valter Milesi. E forse persona più indicata, al di là della competenza specifica, non vi è: Valter Milesi, infatti, è Sanpellegrinese, quindi conosce bene la realtà vallare e come cittadino è pure lui "vittima" dei disservizi viabilistici.


Valter Milesi assessore alla vibilità della provincia di bergamo
Nato a S. Pellegrino Terme il 4 marzo 1949, sposato con 2 figli. Il geometra Valter Milesi è un libero professionista, che svolge la propria attività professionale quasi esclusivamente nei confronti di clienti o ditte private. Assessore ai lavori pubblici di S. Pellegrino Terme dal 1985 al 1990.

ValBrembanaWeb: Assessore, anzitutto grazie per la Sua disponibilità. Ci può subito spiegare nel dettaglio le competenze della Provincia di Bergamo sulla viabilità del comprensorio della valle Brembana? Quanti km di strade provinciali gestite e con quali risorse umane e finanziarie a disposizione?

La Provincia di Bergamo è titolare di tutta la rete viaria provinciale della Valle Brembana, partendo dalla EX SS. N° 470 e N° 470 DIR (VILLA D’ALME’ – DALMINE) per raggiungere tutti i paesi della Valle, anche i più sperduti. Questa rete viaria ha una lunghezza di 250 km. Il personale che segue le nostre strade è composto da 6 tecnici interni agli Uffici e 20 operatori esterni. Per quanto riguarda la manutenzione di tutte queste strade nel bilancio 2002 sono stati stanziati 3.250.000 Euro. A queste risorse vanno aggiunte quelle per gli interventi strutturali.
 

VBW: L'ANAS continua a mantenere le competenze sulle nuove varianti della 470; ritiene questa la soluzione migliore, anche alla luce degli estremi ritardi ai quali questo Ente ci ha abituato da tempo? La Provincia può entrare nel merito delle sue scelte e delle tempistiche?

Gli appalti e i contratti con le Imprese che stanno eseguendo i lavori li ha stipulati l’ANAS e ritengo opportuno che vengano conclusi dall’ANAS in modo da non creare interferenze e sovrapposizioni.
I ritardi possono essere riconducibili a progettazioni non approfondite (vedasi preforo della variante di Zogno) oppure a ritardi del finanziamento delle opere complementari (vedasi variante di S. Pellegrino) e a ritardi nell’affidamento dei lavori stessi. Stante così la situazione la Provincia può farsi interprete delle esigenze della popolazione e quindi sollecitare le modifiche ai progetti, i finanziamenti, gli appalti e l’esecuzione dei lavori, ma non può sicuramente interferire in procedure e finanziamenti alla stessa non affidati. Credo anche opportuno tenere separate le diverse gestioni.
 

VBW: La ex statale 470 soffre di croniche mancanze; oltre alla sicurezza della circolazione (ci viene in mente ad esempio il tratto fra Ambria e Zogno) il problema più grosso si chiama SCORREVOLEZZA. E' veramente incredibile l'intasamento che si verifica mattina e sera di ogni giorno feriale e la domenica in discesa dalla valle. Questo penalizza l'economia vallare ed il turismo, oltre che peggiorare le condizioni di vita dei pendolari.
Cosa ci può dire di questi due aspetti della circolazione stradale di fondovalle?
Crede sia stato fatto tutto il possibile, anche a livello comunale,  per migliorare la velocità di scorrimento del traffico? Alcuni semafori a noi sembrano francamente discutibili (vedi il primo di Villa d'Almè scendendo dalla valle)...

Premetto che purtroppo gli intasamenti che si verificano quotidianamente sulla EX statale della Valle Brembana sono pari a quelli che si verificano sulla Ex statale della Valle Seriana, o della Briantea, o della SS. N° 42 del Tonale ecc. Se gli intasamenti fossero solo in Val Brembana sarebbe più semplice intervenire e risolverli, convogliando lì tutte le risorse disponibili. Si è fatto cenno al tratto angusto della statale tra Ambria e Zogno: la Provincia ha in fase di progettazione il completamento dei lavori di consolidamento dei muri di sostegno della strada e dell’allargamento della stessa, lavori in parte e a tratti saltuari già eseguiti anni addietro dall’ANAS. Il 2003 dovrebbe essere l’anno della realizzazione di tali opere. Sempre relativamente al tratto Ambria-Zogno la Provincia intende realizzare con il concorso della Comunità Montana della Valle Brembana e del Comune di Zogno, il completamento della strada Ambria – Camanghè, in modo tale da servire meglio il complesso scolastico di Camanghè e nello stesso tempo di creare un by-pass per la valle in caso di interruzione della Ex Strada Statale n° 470. Relativamente ai semafori esistenti in corrispondenza dei centri abitati la Provincia si è attivata e si attiverà affinché creino il minor disagio possibile al traffico di scorrimento, compatibilmente con l’esigenza di attraversamento della strada provinciale da parte di chi deve muoversi all’interno dei paesi.
 

VBW: Si parla tanto di idee per ridurre i disagi degli automobilisti. Una Sua iniziativa recente è stata quella di eseguire i lavori di asfaltatura delle strade trafficate durante la notte...

Da quando le strade statali sono passate alla Provincia si è deciso che tutti gli interventi da realizzarsi su queste strade che vadano a incidere notevolmente sulla scorrevolezza del traffico, dovranno essere realizzati o di notte o nelle giornate non lavorative (vedasi asfaltature, scavi per attraversamenti ecc.). E’ comunque da precisare che alcuni lavori, per loro natura, sono di difficile realizzazione negli orari notturni, e questo anche in considerazione della sicurezza di chi deve intervenire. Anche casi recenti hanno messo in evidenza il rischio che i lavori notturni possono comportare.
 

VBW: A che punto sono le varianti alla ex-statale? La situazione di quella di San Pellegrino Terme.... 

Relativamente alla variante di S. Pellegrino l’ANAS ha appaltato i lavori per gli impianti tecnologici all’interno delle gallerie (illuminazione, ventilazione ecc.), così come pure ha appaltato in questi giorni la sistemazione della Via Pregalleno di accesso al centro abitato di S. Pellegrino per chi proviene da Bergamo. Presumibilmente, sentiti anche i responsabili ANAS di questo cantiere, i lavori saranno completati nella prossima primavera dopodiché l’ANAS procederà all’apertura della variante. Per quanto riguarda il preforo della variante di Zogno i lavori a tutt’oggi non sono ancora iniziati in quanto la progettazione di tale preforo va a interferire con il canale ENEL. Tecnici dell’ANAS hanno garantito che una volta risolta questa incongruenza progettuale gli stessi partiranno entro l’inverno.

Assessorato alla vibilità della provincia di bergamo

VBW:  Per le varianti di San Giovanni B. e Zogno invece? E' realistico pensare che per Zogno ci vorranno 20 anni per avere la galleria aperta al traffico?

Nel Decreto di trasferimento delle strade ANAS alle Province era previsto che i fondi di investimento provenienti dallo Stato fossero assegnati alle Regioni le quali avrebbero provveduto a ridistribuirli alle Province, seguendo criteri di interventi prioritari sulla rete viaria di interesse regionale. La Provincia di Bergamo ha presentato alla Regione Lombardia un quadro generale di interventi da realizzare da qui al 2010, interventi che chiaramente dovevano rientrare nel budget di cui le Regioni disponevano. La Regione Lombardia con delibera n° 10312 del 16.09.2002 ha approvato integralmente il piano proposto dalla Provincia di Bergamo. Tale piano prevede che per quanto riguarda la variante in galleria di Zogno le risorse inizieranno a essere disponibili dall’anno 2005 e successivi.Pertanto stando così le cose penso che in 5 o 6 anni i lavori potrebbero essere ultimati. Invece per quanto riguarda S. Giovanni Bianco l’intervento, pur inserito nel quadro generale delle opere da realizzare, per un importo di 51.650 milioni di Euro, non risulta avere copertura finanziaria fino all’anno 2010.
 

VBW: Assessore, una domanda che tutta la Valle si fa da anni: ma le sembra logico e corretto che nella sistemazione della viabilità principale , quella di fondovalle, si sia partiti dall'alto, sistemando  magnificamente la parte alta della Val Brembana, lasciando per ultima proprio la parte più popolosa e trafficata, la media e bassa Val Brembana? Non è una situazione paradossale?

E’ si paradossale, però ritengo che piuttosto di niente è stato meglio realizzare quelle opere in occasione dell’alluvione del 1987 perché se non venivano fatte allora i fondi non si sarebbero potuti impiegare nei Comuni che non ricadevano tra quelli colpiti dall’alluvione. Vorrei anche aggiungere un’altra osservazione: i soldi per riqualificare la Villa d’Almè – Dalmine, l’ANAS li ha stanziati, sono disponibili, ma l’ANAS non riesce a procedere all’appalto per la ferma opposizione di un Sindaco e di qualche privato. E non mi sembra che dalla Valle Brembana siano giunte particolari pressioni affinché le posizioni dei contrari si potessero ammorbidire.
 

VBW: Lasciamo il fondovalle e parliamo un pò di due valli trasversali duramente colpite dagli eventi atmosferici: la Valle Serina e la Valle Taleggio. Sulla prima la Provincia sta investendo molto, ci sembra...mentre la seconda freme per la sistemazione degli Orridi.
Quali sono le opere viabilistiche sulla rampa di lancio? ci può dare qualche cifra e soprattutto qualche data? Lei sa che alla gente interessano soprattutto queste; quale ritiene sarà la data di ultimazione della galleria "Le Gole" in Val Taleggio?

La Provincia sta investendo cifre considerevoli nella rete viaria interessante la Valle Brembana.
Relativamente alla Valle Serina sono stati investiti 5 miliardi di vecchie lire e sono iniziati ulteriori interventi che dovrebbero essere ultimati durante l’anno 2003 per altri 7 miliardi sempre di vecchie lire. Relativamente alla Valle Taleggio, la domanda tradisce già la conoscenza di parte della risposta: in Valle Taleggio si investiranno circa 15 miliardi di lire; tutti i lavori finanziati, approvati e in gran parte appaltati. I lavori relativi alla Galleria “Le Gole” inizieranno entro i primi mesi dell’anno prossimo e saranno presumibilmente ultimati entro due anni dalla consegna.
 

VBW: La Valle Taleggio teme un isolamento ancor peggiore di quello attuale, durante i lavori di costruzione della galleria; sarà possibile tenere aperta la strada degli Orridi? Oppure ci sarà l'ennesima (e stavolta lunghissima) deviazione verso Brembilla? 

I lavori di realizzazione della galleria negli orridi della Valle Taleggio comporteranno la chiusura della strada per circa 30 giorni. Sarà cura di questo Assessorato compiere ogni sforzo affinché i disagi alla popolazione della Valle Taleggio siano ridotti al minimo.
 

VBW: Lei ritiene importante e soprattutto produttiva una tavola rotonda sui problemi viabilistici della Valle Brembana? 

Di tavole rotonde ne sono state fatte in ogni tempo e luogo, ritengo che sia importante discutere dei problemi per cercare di affrontarli e risolverli, per cui in linea di principio non sono contrario.
Sono contrario però a continuare a parlarsi addosso. I problemi che affliggono la viabilità della Valle Brembana li conosciamo benissimo: adesso bisogna affrontarli e risolverli.
 

VBW: I tagli ai trasferimenti inseriti nella Finanziaria 2003 si rifletteranno anche sulla Provincia di Bergamo? In particolare il Suo Settore ne soffrirà, oppure le prospettive non sono catastrofiche?

Sicuramente i tagli annunciati nella Legge Finanziaria 2003 ridurranno le risorse disponibili per gli interventi di competenza di questo Settore, anche se non sono previste catastrofi finanziarie.
Di fondi da spendere ce ne sono stati assegnati in misura notevole, anche se per soddisfare i fabbisogni arretrati ne servirebbero 10 volte tanto.
 

VBW: A che punto sono, Assessore, le pratiche di provincializzazione di alcune strade intercomunali come la Dossena- Serina, la Gerosa-Blello, l'Aviatico-Trafficanti? 

Si sta redigendo il nuovo piano di riclassificazione della rete viaria principale. Entro la primavera prossima dovrebbe essere esecutivo, dopodiché si procederà alla provincializzazione delle tratte stradali sopracitate.
 

VBW: Assessore, Lei conosce sicuramente il nostro Portale. Vuole mandare un saluto ai nostri visitatori? 

Saluto tutti gli abitanti e i turisti della Valle Brembana; credo di conoscere abbastanza bene i problemi che ne penalizzano la viabilità. Posso garantire che verrà prefisso il massimo impegno per affrontare e risolverli, tenuto conto delle complessità tecniche e delle enormi risorse finanziarie necessarie. Credo che in fondo al tunnel si intraveda uno spiraglio di luce.
 

                                                                                Intervista By Heidi & Masquerade
 


Quarteroni Gino
Simone Moro
Felice Riceputi
Gherardi Silvano
Angelo Faccoli
Giand. Epis


Visita la nostra Valle Brembana