Manifestazioni ed eventi in Valle Brembana, provincia di Bergamo
Invio locandine eventi
contact: info@valbrembanaweb.it

Presentazione libro: La Furia del Brembo

Piazza Brembana, Venerdi' 14 Luglio 2017

Sono passati ormai trent’anni dalla tragica alluvione che colpì la Valle Brembana, ma non ne basteranno cento per dimenticare quel 18 luglio 1987. Difficile, se non impossibile, cancellare quei fotogrammi destinati a rimanere scolpiti nella memoria: l’ira del Brembo, inesorabile fuori dai suoi argini; del getto d’acqua che invade interi paesi, non più collegati da strade ma da fiumi densi di fango e macerie. Al contrario, la Valle vuole ricordare quei momenti, che cinque persone pagarono con la vita. Lo fa attraverso un libro edito dal Centro Storico Culturale Valle Brembana intitolato “La Furia del Brembo”: documenti, testimonianze e immagini sull’alluvione del 18 luglio 1987”. Il libro sarà presentato venerdì 14 luglio alle 20,30 nella Sala Polivalente della Biblioteca Comunale di Piazza Brembana. Accanto alla ricostruzione dei fenomeni e alle testimonianze di chi li visse in prima persona, il volume conterrà una sintesi dei lavori di ricostruzione e un corposo apparato di immagini, anche inedite, messe a disposizione da alcuni fotografi della Valle. Immagini di sofferenza e devastazione, ma anche di speranza. Quella di una valle riaccesa dal moto di solidarietà, dalla voglia di ricostruire e ripartire: com’è da tradizione, com’è nel suo dna.

Galleria fotografica trentanni fa la tragica alluvione in Val Brembana -------- 25° anniversario dell'Alluvione in Valle Brembana

A San Giovanni, San Pellegrino e Zogno il Brembo allaga ogni cosa vicino al suo letto e tutte le case vengono fatte sgomberare e intere famiglie vengono tratte in salvo con canotti. Ovunque sono caduti pali del telefono, fili della luce. Sconvolto tutto il sistema degli acquedotti e delle fognature. Alla clinica Quarenghi di San Pellegrino terme viene creata una base operativa e un elicottero della protezione civile sorvola la valle prima che faccia buio per una prima stima dei danni. I telegiornali della sera mandano in onda le prime immagini, è una devastazione totale tra la Valtellina e la Val Brembana, morti e dispersi. L’alba di Domenica 19 Luglio è tersa e serena ma la Valle vista dall’alto è una lingua di fango, il Brembo è ancora nero ma in lento deflusso e nel frattempo ci si organizza per liberare i migliaia di turisti rimasti bloccati. In Val Brembana si contano cinque morti: Angelo Salvetti, 22 anni di San Giovanni Bianco, travolto dal fiume al bivio di Piazzatorre. Barbara Orlando 15 anni di Bergamo; Paola Tornaghi, 22 anni e il fidanzato Marco Tamburini entrambi di Milano; Romeo Cortinovis, 35 anni di Lenna.

Thirty years have passed since the tragic flood that struck the Brembana Valley, but it's not enough to forget that July 18, 1987. It is difficult, if not impossible, to delete those frames destined to remain sculpted in memory: Brembo's anger, inexorable Out of its banks; Of the jet of water that invades entire countries, no longer connected by roads but by dense rivers of mud and rubble. Instead, the Valley wants to remember those moments that five people paid for their lives. It does so through a book published by the Brembana Valley Historical Cultural Center titled "The Fury of the Brembo": documents, testimonies and images on the flood of 18 July 1987. " The book will be presented on Friday July 14, at 8.30 pm in the Polyvalent Hall of the Municipal Library of Brembana Square. Along with the reconstruction of the phenomena and testimonies of those who lived there, the volume will contain a summary of the reconstruction work and a full body of images, even unpublished, made available by some photographers of the Valley. Images of suffering and devastation, but also of hope. That of a valley re-energized by the motive of solidarity, the desire to rebuild and share: as is tradition, as it is in its bottom.