Manifestazioni ed eventi in Valle Brembana, provincia di Bergamo
Invio locandine eventi
contact: info@valbrembanaweb.it

La Via del Ferro e dei Borromeo

Piazzatorre, Giovedi' 20 Luglio 2017

PERCORSO: PIAZZATORRE - VALLE DEL PEGHEROLO - MULINO - CHIESA DI MEZZOLDO - CA’ VASSALLI – CA’ BONETTI - VALLE DEL CHIUSO – SIGADOLA – OLMO AL BREMBO.

E’ una passeggiata tranquilla attraverso un bel faggeto che, appena lasciata la Chiesa di Piazzatorre ci introduce nel bosco del “Malench”, (bosco meno produttivo rispetto alle belle abetaie del paese). Arrivati nella Valle del “Pegherolo” la attraversiamo per raggiungere la “Piazzolina”; poi, proseguendo su un bel sentiero, arriviamo alla “Palera”, passiamo a lato del campo sportivo e ci dirigiamo verso la Chiesa di San Giovanni Battista a Mezzoldo. Attraversiamo quindi il ponte della Valle “Rustica” ed imbocchiamo la strada che si potrebbe definire “dei Borromeo”: è la strada che da Olmo o Averara arrivava in “Vallis Ulmis”. Percorso sicuro e in sponda orografica destra del fiume, era l’unico collegamento di quei tempi, quando si viaggiava a piedi o col mulo. Superiamo le due contrade di “Cà Vassalli” e “Cà Bonetti” ed arriviamo comodamente alla “Costa”, dove possiamo dissetarci alla “Sort”. Qui, sui muri di alcune stalle, affreschi che raffiguravano San Carlo Borromeo che risaliva la valle ed erano un benvenuto per tutti i viandanti. Su questo percorso transitavano le barre di ghisa, in modeste pezzature, a dorso dei muli per raggiungere le fucine di Cassiglio, di Ornica o di Valtorta; questo materiale, estratto in località “Ponte” e “Acqua” ben vigilate da un Castello situato nella frazione omonima, veniva poi ridotto alle “Fusine” e a “Scaluggio”. La nostra gita continuerà nella Valle del “Chiuso”, così chiamata perché delimitata a monte e quindi senza sbocchi e proseguirà poi verso “Sigadola”, zona dove il canto delle cicale è sempre stato intenso, frazione ben ristrutturata, tranquilla, solatìa e con la sua piccola chiesetta. La linea elettrica della ex-Falch, che porta la corrente a Milano sin dal 1.930, segue il nostro percorso che, attraverso bei prati, ci condurrà all’ “Acqua colda” , passaggio obbligato lungo questa antica “Via del Ferro”. Da qui in breve tempo scenderemo verso il paese di Olmo al Brembo, dove prenderemo il pullman di linea per ritornare a Piazzatorre.

It is a quiet walk through a beautiful lark that, once left, the Church of Piazzatorre introduces us to the "Malench" forest, which is less productive than the beautiful abetaie of the country. Arrived in the Valley of "Pegherolo" we cross it to reach the "Piazzolina"; Then, continuing on a nice trail, we arrive at the "Palera", we go to the side of the sports field and head towards the Church of St. John the Baptist in Mezzoldo. We cross the bridge of the "Rustica" Valley and take the road that could be called "Borromeo": it is the road that Olmo or Averara came to "Vallis Ulmis". Safe path and on the right side of the river, it was the only connection of those times when traveling on foot or with the mule. We overcome the two districts of "Cà Vassalli" and "Cà Bonetti" and we comfortably get to the "Costa" where we can get rid of the "Sort". Here, on the walls of some stables, frescoes depicting St. Charles Borromeo dating back to the valley and were a welcome for all the travelers. On this route they passed the cast iron bars, in small pieces, at the back of the mules to reach the forges of Cassiglio, Ornica or Valtorta; This material, extracted at "Ponte" and "Acqua", carefully watched by a Castle located in the homonymous village, was then reduced to "Fusine" and "Scaluggio". Our tour will continue in the Valley of the "Closed", so called because it is delimited upstream and therefore without outlets, and then goes to "Sigadola", a zone where the chanting of the cicadas has always been intense, well-restructured, quiet, solatías and His little little church. The former Falch electric line, which has been running in Milan since 1.930, follows our path through beautiful meadows, leading us to the "Colda Water", a forced passage along this ancient "Via del Ferro". From here shortly we will go down to the village of Olmo at Brembo, where we will take the bus to return to Piazzatorre.